utente finale in fase di collaudo del software

Collaudo del software: terza fase della creazione di un programma

09/12/2019 Software

Dopo l’analisi e la scrittura arriva il momento del collaudo del software: usando una parafrasi, è cioè arrivato il momento per lo psicologo di lasciare libero il paziente di affrontare il suo problema avendogli fornito lo strumento idoneo che gli permetta di superare le difficoltà e magari avere i mezzi di risolvere nuovi quesiti.

Collaudo del software: la fase più delicata

Spesso le software house peccano di presunzione e credono di aver dato uno strumento perfetto al cliente. In realtà la fase del collaudo del software è quella è più delicata di tutto il processo di sviluppo di un programma, in quanto stai insegnando ad un bimbo ad andare in bicicletta senza le ruotine e lo hai protetto da eventuali cadute con tutti i mezzi possibili ma il bambino riesce sempre la maniera di farsi male. Per impedire che si faccia “troppo male”, il cliente va accompagnato durante le prove in modo da insegnargli l’uso corretto e in modo da sorreggerlo in caso di “cadute”.
L’utente finale è il vero CRASH TEST ed è colui che una volta preso in mano il mezzo lo saprà usare molto più velocemente e con una maggiore efficacia rispetto al realizzatore del software stesso.
Un esempio? Quando realizzammo il software di pesature delle merci al Porto Di Carrara, l’utilizzatore finale riusciva in 3 secondi a mandare via il camion (con comandi particolari) mentre nel caso fossimo stati noi in console avremmo creato una coda infinita di mezzi.

È importante accompagnare il bimbo nelle prime uscite con la bicicletta non dando niente per scontato ed essere consci che lui dopo farà cose con la bike che noi nemmeno con l’immaginazione riusciamo a fare. Anche in questa fase bisogna ascoltare senza presunzione l’utente finale perché il software non è mai perfetto anzi è migliorabile sempre proprio grazie all’esperienza fondamentale che ha il cliente nello svolgere il proprio lavoro. Quindi, anche in fase di collaudo del software, l’analisi e l’ascolto sono fondamentali per far scorrere senza intoppi lo sviluppo del software e per rendere felice il cliente.